Archivi categoria: TAM

Nota Grotta “de Ruvo”

Teramo 11 maggio 2016

Il 21 Aprile 2016 è stata scoperta casualmente dal socio della Sezione, Alessandro de Ruvo, una nuova grotta che si apre sul versante sud del Monte Camicia, a poca distanza dalla più nota cavità di Fonte Grotta.
La grotta, che ha uno sviluppo accertato in via preliminare di circa 80 m. e la cui estensione reale è ancora sconosciuta in attesa di un dettagliato rilievo speleologico, non risulta essere stata finora mai individuata né segnalata in ambito speleologico.
Un doveroso plauso va tributato dal Consiglio Direttivo della Sezione ad Alessandro per l’incessante attività di esplorazione e documentazione fotografica da lui condotta sul terreno in campo escursionistico, assieme alle congratulazioni per la scoperta effettuata.

Il Presidente Gennaro Pirocchi

Si allega la nota informativa ufficiale

Niente di questo mondo ci risulta indifferente

Assemblea regionale cai loreto aprutino

Assemblea Delegati CAI ABRUZZO Loreto Aprutino – 9 aprile 2016

IL CAI E’ CONTRO LE TRIVELLE A MARE E L’AMPLIAMENTO DEL BACINO SCIISTICO A PIANI DI PEZZA
La natura con colori e risorse unisce montagna e mare

Il CAI Abruzzo ha ribadito la necessità di scelte sostenibili per ambiente e popolazioni.
Nella nostra casa comune Montagna e Mare sono uniti da cicli vitali.

LA RISOLUZIONE DEL CAI ABRUZZO

Ribadita, con una risoluzione, dall’Assemblea dei Presidenti e dei Delegati del Club Alpino Italiano Abruzzo, riunitasi a Loreto Aprutino, “la contrarietà all’emungimento indiscriminato delle risorse minerarie del mare attraverso le piattaforme petrolifere e la preliminare contrarietà all’alterazione ambientale delle zone montane protette, come i Piani di Pezza, impegnandosi ad acquisire e valutare più approfonditamente i progetti presentati da enti locali o da privati che comportino la modificazione dello stato dei luoghi nelle aree di pregio ambientale del parco Sirente- Velino“.

LA VISIONE SU ENERGIA E FUTURO

E’ necessario per tutti avere una visione in materia di energia e futuro sostenibile pensando a una ecologia integrale, vissuta con gioia e autenticità. Potremmo per esempio guardare a quello che scelgono altre Nazioni nell’innovazione e tutela e poi avere i piedi a terra, sulla nostra Italia che è cuore del Mediterraneo, circondata da migliaia di km di costa e positivamente segnata dalle montagne d’Alpi e d’Appennino, con isole che ci invidiano. Una realtà naturalistica e paesaggistica unica, associata al giacimento culturale espresso dalla nostra storia, dai nostri manufatti, dalle città d’arte e dai paesi incastonati nelle zone collinari e pedemontane. La vocazione dei nostri territori è nel turismo sostenibile, nella pesca e nell’agricoltura, nel paesaggio, nel patrimonio culturale materiale e immateriale, nei preziosi e insostituibili servizi ecosistemici. Una proiezione che utilizza qualità della vita, benessere, felicità e bellezza.

IN MONTAGNA CON IL CAI

Invito gli amministratori a percorrere a piedi le zone montane, accompagnati dal Cai per riuscirne ad apprezzare valori e suggestioni. Con i Piani di Pezza ci troviamo sulle pendici del versante Nord del Monte Velino in un grande piano carsico dal notevole valore paesaggistico con spazi verdi ampi, faggete ed esemplari di alberi secolari, affacciati sulla bellezza. Consiglio poi di trascorrere la notte nel Rifugio, assaporando la qualità di un’esperienza immersi nella natura.

10 aprile 2016 – Autore: Filippo Di Donato Presidente Cctam del Cai www.cai-tam.it – f.didonato @ caiabruzzo.it – 3397459870

CAMMINO, OSSERVO, COLORO, COMUNICO

ADR_3591

18 ottobre 2015, escursione sui Monti della Laga

In montagna per osservare i colori d’Autunno. E’ stata questa la proposta naturalistica e culturale del Cai Abruzzo con una giornata sui Monti della Laga. L’incontro è stato organizzato domenica 18 ottobre 2015 dalla Sezione Cai di Teramo, insieme alla sottosezione Cai di Cortino. Appuntamento alle ore 8.00 al Ceppo, sui Monti della Laga con i soci delle Sezioni Cai di Guardiagrele, L’Aquila, Ortona, Castelli e Atessa. Oltre 120 i partecipanti che hanno percorso il Sentiero Italia, che dal Ceppo, attraversando l’estesa faggeta che ammanta le pendici, raggiunge Lago dell’Orso, sui pianori sommitali protesi verso le vette. L’escursione, validamente condotta da Accompagnatori del Cai, ha consentito di apprezzare la complessa realtà ambientale del Parco nazionale. Notevole il valore paesaggistico con gli affacci sul poderoso massiccio del Gran Sasso d’Italia e i Monti Gemelli.

ADR_3579

La particolare natura geologica della Laga origina veloci corsi d’acqua, segnati da fragorose e suggestive cascate. Gli scivoli di arenaria solcano i fianchi della montagna e appaiono argentei e luminosi. L’escursione è proseguita nel Fosso della Cavata per ecosistemi diversi, dalle più asciutte praterie in quota, alla ruscellante acqua, al ripido bosco con il fondo coperto da uno strato continuo di colorate e fruscianti foglie autunnali. Le cascate in successione hanno sottolineato il valore dell’acqua, risorsa insostituibile alla vita. Il tema dell’acqua è caro al Cai che ne celebra l’importanza il 22 marzo con la Giornata mondiale, inoltre c’è il determinante riferimento alla montagna che è presidio in materia di idrogeologia e dissesto. Queste giornate di incontro sono occasione ideale per la Tam presente nella sensibilizzazione ambientale e impegnata nella fase di pianificazione e gestione di risorse e valori, con il valido proposito di tematizzare i sentieri.
Nello scenario del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga la Sezione Cai di Teramo, insieme alla Sottosezione di Cortino è un esempio di puntuale ed efficiente presidio con una mirata presenza nel territorio, in città, nelle frazioni, sui sentieri nella costante opera di educazione e di avvicinamento alla montagna. La giornata è terminata festeggiando con un ristoro al camping del Ceppo, tutti insieme con tranquillità, soddisfatti da una giornata e da incontri da raccontare.

Filippo Di Donato

Presidente Commissione Centrale CAI-TAM